CNR Solar

Utilità dello screening ecografico delle cardiopatie congenite nelle gravide a basso rischio

Santonocito, N. and Montoneri, Corrado and Carpino, D. and Santonocito, S. (2006) Utilità dello screening ecografico delle cardiopatie congenite nelle gravide a basso rischio. Giornale italiano di ostetricia e ginecologia, 28 (10/11). pp. 491-493. ISSN 1971-1433

[img]
Preview
PDF - Published Version
Download (136Kb) | Preview

    Abstract

    La valutazione dell’integrità del cuore fetale è data dallo studio delle 4 camere durante l’ecografia morfologica del secondo trimestre, mentre nelle gravide cosiddette a rischio per cardiopatie congenite viene consigliato l’ecocardio fetale, dove oltre alle 4 camere vengono analizzate le altre strutture cardiache ed anche la loro funzionalità. La frequenza delle cardiopatie congenite, però, è del: 25-30% nelle gravide a rischio e del 70-75% nelle gravide a basso rischio. Nella nostra divisione di ostetricia abbiamo effettuato un test di screening su 1.030 gravide tra la 20ª e 24ª settimana considerate a basso rischio. Il test prevede lo studio delle 4-camere, dell’asse lungo sn, dell’asse lungo dx e dell’arco aortico. Le stesse scansioni vengono poi valutate con il color-Doppler. Il test è risultato positivo in 7 casi.

    Item Type: Article
    Uncontrolled Keywords: Test di screening, cardiopatie congenite
    Subjects: 600 Tecnologia - Scienze applicate > 610 Medicina e salute (Classificare qui la tecnologia dei servizi medici) > 618 Altri rami della medicina; Ginecologia e ostetricia, Pediatria, Geriatria
    Divisions: UNSPECIFIED
    Depositing User: Matteo Viola
    Date Deposited: 20 May 2013 17:35
    Last Modified: 20 May 2013 17:35
    URI: http://eprints.bice.rm.cnr.it/id/eprint/5293

    Actions (login required)

    View Item